Pulsazioni

Ogni tanto il pallone può vibrare durante il volo. Il fenomeno non va confuso col knuckleball. In questo caso l’origine è differente; gli scarti si succedono più in fretta e sono singolarmente inferiori, ma possono nell’insieme determinare deviazioni di percorso tutt’altro che trascurabili.

Questo effetto è poco discusso, ma è stato ricondotto qualche volta dai media a oscillazioni analoghe a quelle incontrate da un aereo che incontri delle preesistenti turbolenze di quota. In verità, il fenomeno è quasi sempre del tutto endogeno, cioè dovuto al transito medesimo del pallone in un mezzo indisturbato.

Tutto va ricondotto ai movimenti dei vortici della scia. Questi possono provocare delle vere e proprie strutture dinamiche che scaricano reazioni reiterate sulla palla e fanno scondinzolare la scia stessa.


Quattro domande:
  • Come si sviluppano le pulsazioni di coda lungo la traiettoria e con quali implicazioni primarie?
  • In che modo e secondo quale ordine di grandezza le pulsazioni sono legate alla velocità del pallone?
  • Perché sussiste una zona critica di velocità in cui le pulsazioni s’intensificano?
  • Perché i palloni da calcio sono sensibili alle pulsazioni di coda?


Schema delle pulsazioni di coda. I vortici presenti nella scia provocano uno scondinzolamento della stessa che, a sua volta, influisce sulla traiettoria aerea del pallone.







- effettocalcio.it - ideazione: roberto weitnauer - progetto tecnico mediajuicelab.it P.I. 03976590962 - 2010 tutti i diritti riservati -