Le storiche equazioni di Navier-Stokes

L’aerodinamica è una branca della fluidodinamica, la disciplina fisica che descrive il movimento e le reazioni meccaniche di un fluido soggetto a particolari vincoli o disturbi. Nel caso dell’aerodinamica il fluido è l’aria. La comprimibilità, la densità e la viscosità dell’aria condizionano il flusso che lambisce un oggetto il quale ultimo risulta così sottoposto ad azioni meccaniche caratteristiche.

Alla base dell’intera fluidodinamica vi sono delle equazioni stabilite nel Diciannovesimo secolo, quelle di Navier-Stokes. Esse non sono a tutt’oggi risultate integrabili, il che significa che (salvo casi particolari) non possono essere risolte in forma matematica esatta. In sostanza, viene descritto un bilancio energetico e di massa per una regione infinitesimale di fluido, ma poi non si riesce a estenderlo allo spazio finito reale.

Questo spiega perché occorra in molte problematiche reali rifarsi a sperimentazioni, simulazioni numeriche passo-passo mediante computer e semplificazioni tecniche. Un problema irrisolto di fluidodinamica è sempre una sfida da affrontare razionalmente su più fronti, integrando conoscenze con strumenti all’avanguardia.


Le equazioni di Navier-Stokes sono fondamentali nella fluidodinamica, ma non se ne conosce una soluzione esatta generale. Occorre pertanto procedere caso per caso con simulazioni al computer, dati sperimentali e semplificazioni dei problemi.







- effettocalcio.it - ideazione: roberto weitnauer - progetto tecnico mediajuicelab.it P.I. 03976590962 - 2010 tutti i diritti riservati -